Jean François Niceron. Prospettiva, catottrica & magia artificiale

Facebook
Twitter
LinkedIn

Niceron sosteneva che tutta l’esistenza umana era dettata da segretissimi codici matematici.
La mostra ricostruisce, attraverso un’analisi molto dettagliata, il mondo espressivo di Niceron, seguendo l’affascinante interpretazione degli schemi retorici presenti nel suo trattato; attraversa virtualmente il complesso degli spazi che ospitano le anamorfosi ‘gemelle’ dei Padri Niceron e Maignan e ne comprende il valore iniziatico; percorre i sentieri della corrispondenza romana e francese dell’autore; e infine indaga i segreti politici e ottico-geometrici dei suoi giochi, inquadrabili nella poetica del dubbio elaborata da René Descartes. Le ricostruzioni (fisiche e virtuali) raccolte in questa mostra, mai come in questo caso, mostrano come nella parola illusione (in ludus) si nasconda una componente giocosa, esercitata da Niceron al confine tra arte e scienza.

Fino al 31 maggio 2013 a Palazzo Badoer!

×