Chiesa di San Simeon Piccolo

La Chiesa di San Simeon Piccolo si trova nel sestiere di Santa Croce, sul Canal Grande di fronte alla Stazione ferroviaria Santa Lucia. Il nome è in realtà Chiesa di San Simon e Giuda (i due apostoli) ma è comunemente chiamata San Simeon Piccolo per distinguerla dalla vicina San Simeon Profeta (detta San Simeon Grande. È l’unica chiesa della città dove viene ancora celebrata la messa in latino.

La chiesa fu terminata nel 1738 dal neoclassico Giovanni Antonio Scalfarotto. È caratterizzata dall’evidente sproporzione fra la cupola e l’edificio.

È evidente il richiamo al Pantheon romano, e si avvertono anche degli elementi bizantini e palladiani. La cupola è a calotta ovale in altezzae rivestita di piombo. Nella facciata è presente un bassorilievo all’interno del timpano raffigurante il martirio dei Santi Titolari (di Francesco Penso detto anche Cabianca, XVIII secolo).

Nei vari altari si possono ammirare dipinti di Antonio Martinetti il Chiozzotto, Francesco Palazzo, Tomaso Bugoni, Angelo Venturini. La chiesa contiene anche una cripta, un sotterraneo dipinto con scene della Via Crucis e dell’Antico Testamento. L’ambiente ottagonale è costituito da due lunghi corridoi che si incrociano, al centro vi è un altare. È interessante sapere che all’interno di questa cripta vi sono 21 cappellette, otto delle quali sono tutt’ora murate ed inesplorate.

L’Albergo Marin è proprio dietro la Chiesa, un’opportunità da non perdere!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *